Diario di ViaggioVietnam

Diario di viaggio: Il mio Vietnam

Oggi, Signora Sylvana Stringari vi racconta il suo diario di viaggio in Vietnam (dal 04/02/2015 al 14/02/2015). Sentiamo le sue condivisioni sincere di un Vietnam bellissimo, tra le parole e tra un video fantastico – grande lavoro con i sentimenti speciali per il Vietnam.

1) Hanoi
Difficile raccontare questo viaggio intenso, faticoso, bellissimo.

 

mio-vietnam
Tempio della Letteratura dedicato a Confucio

La cosa che mi colpisce entrando in Hanoi è un popolo giovane e il “caos ordinato”. Ovunque tu guardi, in strada, vedi giovani e motorini. Migliaia di motorini che sfrecciano zigzagando evitando i pedoni che, come protetti da uno scudo, attraversano la strada.
Nonostante i motorini non si fermano mai, i pedoni sono accuratamente evitati.
Noi, abituati alle regole, alle strisce pedonali, impariamo ben presto ad attraversare le strade.
Regola n° 1 : Tu attraversa con andatura costante e loro ti eviteranno.

Nel pieno Centro di Hanoi c’è un’oasi di pace, quella che si è sviluppata attorno al lago Hoan Kiem e al Tempio della Letteratura dedicato a Confucio.

I negozi ed i mercati traboccano di merci e di acquirenti. Si trova di tutto, persino i topi di risaia considerati la prelibatezza del luogo.
E’ tutto il Paese che guarda avanti, che vuole uscire dalla miseria e dai lutti

2) Lasciamo la Capitale per tuffarci nella tranquillità dei suoi dintorni , ci sembra di ritornare indietro di molti anni percorrendo le strade polverose in mezzo alle risaie.
Qui tutto è pace. L’unico rumore che si sente è quello delle radioline che tengono compagnia ai contadini mentre piantano il riso.
Anche i cimiteri sono disseminati tra le risaie perché secondo le loro credenze i defunti nell’al di là hanno bisogno di riso ed acqua.
Il nostro percorso taglia un villaggio dove è in corso una festa.
Alcuni bambini fanno capolino e ci guardano incuriositi. Non si vedono spesso turisti da queste parti.
Si festeggia il premio che questo villaggio si è aggiudicato per la miglior produzione di riso. Ci prendono per mano e ci fanno entrare a festeggiare con loro .

3) Halong Bay
La bruma avvolge la baia e tutto appare ovattato come un mondo di sogno. L’8 agosto 2008 Ha Long diviene una delle 7 Meraviglie Naturali Mondiali, secondo la New Open World Foundation.
Il regista James Cameron si è ispirato alla Baia di Halong per ambientare il film “Avatar”.
Ha Long in lingua vietnamita significa “ dove il drago scende in mare “.
Alcune isole ospitano villaggi galleggianti di pescatori che setacciano le acque poco profonde in cerca di pesci.
Ha una densa concentrazione di isole monolitiche che contengono enormi grotte con stalattiti e stalagmiti che esploreremo domani dopo aver trascorso la notte in una romantica giunca.
4) Huè – L’antica capitale imperiale nel Centro del Vietnam.
Uno dei principali centri culturali, intellettuali e religiosi del Paese, il cui complesso monumentale è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità . La Città Imperiale ci appare attraverso una lieve pioggerellina .
Nel Monastero accanto i giovani monaci hanno il compito di tenere  in ordine le aiuole .
Lungo il  Fiume dei profumi raggiungiamo  il Mausoleo dell’imperatore  Minh Mang costruito sulla base di concetti architettonici cinesi che ha un’estensione di 18 ettari.

 

mio-vietnam - 1
Hue – La Città Imperiale

5) Hoi An  – Conosciuta come la Città delle Lanterne.
Fatte di strisce di seta e asticelle di bambù sono appese ovunque.
Passeggiando per le sue viuzze si arriva al Ponte Giapponese del 1593 considerato la maggior attrazione.
Ma la magia la viviamo la sera , quando si accende di migliaia di lanterne colorate e si anima di ristoranti e di locali dai quali escono musiche ritmate e boccali di birra.

6) Abitazioni
In campagna la maggior parte delle abitazioni sono povere, semplici ed essenziali, a testimonianza del tenore di vita della maggior parte della popolazione.
Nelle città si possono visitare dimore appartenenti a ricche famiglie costruite per lo più seguendo uno stile cinese. Tutte le abitazioni ricche  o povere che siano hanno al loro interno l’altare per il culto degli Antenati come prescritto dal Confucianesimo. Su questi altari si mettono le offerte in cibo o liquidi fatte agli spiriti degli Antenati e si svolgono i riti durante le ricorrenze.
Notevole è la dimora  in stile coloniale nelle cui stanze è stato girato il film “ L’Amante”

7) Delta del Mekong

Hien ci accompagna lungo le insenature  del Ben Tre, uno degli affluenti del Mekong. Ha imparato a guidare una barca e con il sorriso sulle labbra , percorre ogni giorni avanti e indietro il fiume  lungo il delta.
Piante di Bambù e fiori multicolore ci sfiorano mentre la barca si insinua in questi piccoli canali.

Lungo i canali si sono sviluppate diverse attività dalla lavorazione del  cocco alle fabbriche di mattoni, ai laboratori di pasta di riso. Scendiamo dalla barca e ci inoltriamo nella vegetazione. Una donna ci viene incontro e ci mostra il lavoro dei suoi parenti. La famiglia Zang si occupa della lavorazione del cocco da molte generazioni.
La polpa viene staccata dal guscio viene pulita e fatta bollire per ottenere il latte e la farina di cocco che poi vengono venduti.
Tutti i suoi membri collaborano e anche l’ultimo nato osserva con interesse, mentre gli antenati riposano nel giardino attorno a casa.
Poco più avanti assistiamo alla preparazione dei classici fogli di riso cotti a vapore che diventeranno i famosi vermicelli vietnamiti utilizzati per le gustose zuppe.

mio-vietnam - 2
Mercato galleggiante di Cai Rang

E’ il momento tanto atteso : quello della visita al coloratissimo mercato galleggiante sul Mekong dove ogni giorno i contadini vendono i loro prodotti. C’è un gran turbinio di motori e contrattazioni,le barche scivolano lungo le acque melmose del Mekong, le scene di vita quotidiana che si ripetono giorno dopo giorno.
Il signor Lee si muove agevolmente tra le innumerevoli barche fino al calare del giorno.

Potete vedere anche il video di Signora Sylvana Stringari (ha partecipato a Asiatica Video Contest 2015) con le immagini dettagliate

 

Grazie molto a Signora Sylvana Stringari e ci vediamo presto. Buone cose a Lei!

 

Tags
Dimostrare più

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close