Il complesso dei templi di Sambor Prei kuk

Entro la fine del 2017, il complesso dei templi pre-angkoriani di Samkor Prei kuk è stata riconosciuta come il patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Questa è una testimonianza dell’interesse della comunità internazionale per il più antico complesso religioso nel sud-est asiatico. Quando questo complesso diventerà famoso, fornirà opportunità finanziarie per il restauro e la conservazione.

complesso dei templi di sambor prei kuk

1. Posizione geografica

Sambor Prei Kuk è un sito archeologico situato in provincia di Kampong Thom, in Cambogia. Si trova 30 km a nord della capitale Kampong Thom, 176 km a est del sito del Patrimonio Mondiale di Angkor e 206 km a nord di Phnom Penh. Da Phnom Penh, spostate sulla Highway 6 fino alla città di Kompong Thom e poi continua ad nord-est, su una strada sterrata estremamente rossa che conduce nella giungla. Questo complesso fu costruito sotto il dominio pre-Angkor del regno di Chenla (tardo VI-IX secolo).

complesso dei templi di sambor prei kuk

2. Stile architettonico

Il complesso comprende templi, torri ottagonali, statue di Shiva, statue Yoni, stagni e bacini idrici e sculture di leoni. Lo stile architettonico dei templi di Sambor Prei Kuk è diverso da quello dell’arte indiana, templi in mattoni e persiane in pietra, spesso separati o raggruppati. L’arte della scultura mantiene alcune delle caratteristiche delle forme indiane, ma ha portato molti caratteri della cultura Khmer. Il materiale principale per la costruzione è il mattone, ma l’arenaria è ancora utilizzata per alcune strutture.

complesso dei templi di sambor prei kuk

Le torri sono molto simili ai templi Champa, un antico paese troavato nel Vietnam centrale, per unsemplice ragione che entrambi i regni si trovano nell’area della civiltà indiana.

3. Lo stato

Il complesso ha 54 gruppi di grandi e piccoli templi sparsi nella foresta selvaggia a in un’area di 30 km2. Quello si trova nel mezzo di foreste tropicali che sono state minate dalla guerra indocinese. I visitatori sono ora liberi da bombe e mine. I templi sono raramente restaurati e in rovina. Molti templi furono distrutti dalle bombe americane o distrutti dagli alberi. I templi si trovano in 3 o 7 templi/gruppo. Tra ogni gruppo dista 5 minuti di camminare. I due templi più grandi e intatti sono Trapeang Ropeak e Yeai Pourn.

complesso dei templi di sambor prei kuk

Se ad Angkor c’è una interessante battaglia tra gli antichi templi e gli enormi alberi, qui, gli antichi alberi di banyan stanno cercando di ingoiare il tempio. Lo spettacolo non è spettacolare come ad Angkor, ma sembra piuttosto … spietato. L’immagine di un santuario incastonato tra gli strati della radice dell’albero può evocare riflessioni sulla prosperità il declino della storia. Il muro dell’antica capitale era sfocato con l’erba coperta e ovunque ci sono tracce induiste come il linga e lo yoni. Sambor Prei Kuk non è splendido come Ayuthaya in Tailandia, non è imponente come Angkor, ma la pura e robusta struttura dei templi rovanti è sufficiente per vibrare tutti I turisti. Questo posto è abbastanza isolato, poche persone lo sanno, pochi turisti lo notano sulla strada per Angkor.

complesso dei templi di sambor prei kuk

4. Conservazione

Le radici dei grandi alberi che avvolgevano il tempio ci fecero sentire la lotta tra l’umanità e la natura – ma alla fine la natura vinse anche con le radici che abbracciavano le torri. La distruzione della natura ha reso il tempio molto deprimente – quasi rovinato e gravemente danneggiato, rendendo molto difficile il restauro. Le sculture in pietra sono sfocate con il tempo, rendendo la definizione di queste opere difficilmente.

complesso dei templi di sambor prei kuk

La maggior parte delle dee indù di Sambor Prei Kuk sono state rimosse e conservate al Museo Nazionale di Phnom Penh. Le statue di Sambor Prei kuk ha una faccia vicina agli indiani e fortemente influenzata dall’arte greca.

Minh Sunny

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *