Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Vietnam

Italiani in viaggio: il più e il meno

Brutta notizia per prima – non vi sentite offesi.

italiani-viaggio-piu-meno
Il turista- un film americano.

Prima di tutto, voglio parlare della valigia: come una guida per tanti gruppi, un segno comune dei miei gruppi italiani: portano sempre le valigie grandissime e pesantissime. Solo per un viaggio in Vietnam, Laos, Cambogia oppure nei tutti loro viaggi? Non lo conosco. Ma che serve un grand valigia? Normalmente un viaggio dura 15 giorni dal nord al sud del Vietnam, qualche volta anche fino alla Cambogia. La grand valigia appartiene forse dalla mancanza di conoscenza degli italiani sul posto. Brutta notizia: perdete un sacco di belle cose nostre portando una valigia piena delle cose tue. Ho sentito molti turisti che si lamentano: “se io portasse meno, posso….”

Un altro “meno” è che la maggior parte pensano che in Vietnam si spende pochissimo. È giusto…. ma solo la metà. Pochissimo se sei una vietnamita, nel senso rispetto alla vita in Europa, tante cose non costano niente, come una baguette, o un pane costa circa 12 – 15 centesimi e una notte in un Nha Nghi (tipo locanda o guesthouse) costa 8 – 12 dolari. Evvero, ma guarda, siete turisti, e tutti conoscono che sei un turista – o almeno un’europeo. Non dico nell’aspetto che siete fregati, ma nella mente dei vietnamiti, gli europei devono esser ricchi e quindi noi vendiamo le cose alla qualità superiore per gli europei. Per esempio in un negozio, portano a voi prima le cose più costose, più belle

Banconota artifice
Banconota artifice- un’immagine popolare in Vietnam.

Bella notizia: siete fieri di esser italiano!
Italiani: bravi artigiani. Allora questo aiuta gli italiani in non-esser-fregato. Incontro molti italiani con la conoscenza: “mia moglie è un esperto dei gioielli e dice che non esiste più rubi naturale” – e non lo comprano; “lavoro con l’argento e posso dire vero o falso” – e non comprano quello falso; “la mia mamma è un bravissimo sarto” – e non comprano più i tessuti a bassa qualità.

Secondo, tanti italiani sanno trattare. Non tutti possono fare questo. La maggior parte degli europei non si abituano in trattare e basta comprano o non comprano. Ma gli italiani trattano, e trattare è una caratteristica principale dei vietnamiti, cambogiani e laotiani. Nel libro Lonely Planet, si consiglia di trattare almeno 1/3 del prezzo proposto dai venditori. Tante volte vedo gli italiani che comprano la merce con il prezzo che anche vietnamiti non possono averlo.

Qualche idea, hai altro?

Tags
Show More

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Content is protected !!
Close