Le tracce dell’architettura induista in Sudest Asiatico

In termine della cultura, tra i paesi nella stessa regione esiste sempre la transcultura nonché le influenze culturali e architettoniche mutue, è vero anche per i paesi asiatici, concretamente l’influenza della cultura indiana ai monumenti architettonici delle nazioni sudest asiatiche è davvero chiara e profonda. I templi con lo stile induista sono proprio i più autentici testimoni per questo prestito culturale. L’architettura del tempio induista riflette una sintesi delle arti, degli ideali di dharma, delle credenze, dei valori e del modo di vivere caro all’induismo. Si tratta di un legame tra l’uomo, la divinità e il Purusauniversale in uno spazio sacro. La torre è elemento essenziale del tempio in quanto rappresentazione del mitico Monte Meru, dimora degli Dei al centro del mondo.

Eccoli templi sudest asiatici che portano lo stile architettonico della religione indù:
1. Il santuario di My Son in Vietnam

le-tracce-dellarchitettura-induista-in-sud-est-asiatico

 

Questo luogo era il sacrificio del Regno Champa che si insediò dal IV fino al XV secolo, così come la tomba dei re di Champa e la loro famiglia reale. Le torri qui erano infatti la principale componente dell’architettura Champa, costruite per rispecchiare la divinità del re. Il Santuario di My Son, che esemplifica la grandezza del risultato architettonico Cham, è un vasto complesso di monumenti religiosi collegati l’un l’altro, originariamente comprendente più di 70 strutture. Il santuario è considerato uno dei templi principali dell’induismo nel sudest asiatico , essendo il patrimonio unico di questa religione in Vietnam.

2. Il tempio di Vat Phou (oppure Wat Phou) in Laos

le-tracce-dellarchitettura-induista-in-sud-est-asiatico

 

Il nome significa il tempio della montagna in lingua laotiana. Wat Phou è il più importante sito archeologico del Laos poiché rappresenta le origini della civiltà Khmer molto prima dell’apparizione di Angkor. Si trova Wat Phou ai piedi di una montagna sacra chiamata Phou Kao (montagna di elefante). Secondo gli storici, Wat Phou è il più antico tempio in Laos, era il centro della religione indù, dedicato alla divinità Shiva. Fino al 13 secolo, Wat Phou è diventato il tempio di Buddha ed risulta uno dei contenitori dei valori storici e culturali del Laos.
3. I tempi di Sambor Prei Kuk in Cambogia

 

le-tracce-dellarchitettura-induista-in-sud-est-asiatico

 

Il sito pre-angkoriano di Sambor Prei Kuk costruito nel VII secolo, fu l’antica capitale del Regno di Chenla. L’architettura dell’antica capitale interamente in mattoni e costruito completamente senza adesivi. Antica capitale include diverse piccole torri tubolari elevate, che ha un tempio chiamato il Tempio del Leone, dove si svolgono principali attività religiose.
4. Il tempio di Angkor Wat in Cambogia

 

le-tracce-dellarchitettura-induista-in-sud-est-asiatico

 

Angkor Wat riassume due principali caratteristiche dell’architettura cambogiana: il “tempio-montagna” che si erge all’interno di un fossato a simboleggiare il Monte Meru (la montagna delle divinità nella religione indù) e i successivi “templi a galleria”. Il complesso viene ammirato per la sua grandiosità, per l’armonia dell’architettura, per i suoi grandi bassorilievi Apsara e per i numerosi Dèiche adornano le pareti. Il tempio è il culmine di architettura nello stile di Khmer. È diventato un simbolo della Cambogia che apparisce sulla bandiera nazionale.

Dương Nguyễn (Alice)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *