La storia di Sapa

La città di Sapa è scoperta nel 1903 dai Francesi. Solo quando i francesi sono sbarcati in altopiano Tonchino alla fine del 1880 che Sa Pa, o Chapa (dal cinese Xa Pa, il “luogo di sabbia”), come i francesi lo chiamavano, hanno cominciato ad apparire sulla mappa nazionale. Nel decennio successivo, il futuro sito della città di Sa Pa ha iniziato a vedere le parti militari, ma anche missionari dalla Société des Missions Etrangères de Paris (MEP) visita.

storia-sapaLa vita quotidiana dei popoli

I militari francesi hanno marciato dal Delta del Fiume Rosso nelle regioni montuose settentrionali come parte della pacificazione del Tonchino . Nel periodo 1894-1896 il confine tra la Cina e Tonchino è stato formalmente concordato e la zona di Sa Pa, soltanto a sud di questa frontiera, è stata controllata sotto l’autorità francese. Dal 1891, l’intera regione di Lao Cai, inclusa anche Sa Pa, è passata sotto la diretta amministrazione coloniale militare in modo da ridurre il banditismo e la residenza polica sulla frontiera sensibile settentrionale.
Il primo residente permanente civile francese è arrivato a Sa Pa nel 1909. Con il suo clima continentale attraente, le autorità sanitarie creduti che il sito abbia avuto un potenziale. Nel 1912, un sanatorio militare per gli ufficiali in difficoltà è stato eretto con un presidio militare a tutti gli effetti. Poi, dal 1920 in poi, i diversi professionisti benestanti con la capitale finanziaria hanno avuto anche un certo numero di ville private costruite nelle vicinanze.
Nel 1940, i francesi hanno costruito la Sapa di diventare un luogo di resort ideale. Con il sistema idroelettrico, il palazzo del governo generale, banca ect… Specialmente 200 ville con lo stile occidentale si trovano in centro. Ora la città conserva ancora alcune belle residenze coloniali perfettamente integrate in un ambiente naturale e selvaggio.
Alla fine della seconda guerra mondiale, un lungo periodo di ostilità ha iniziata nel Tonchino che doveva durare fino al 1954. Nel processo, quasi tutti 200 edifici coloniali o nei pressi di Sa Pa sono stati distrutti, sia dai simpatizzanti di Viet Minh alla fine del 1940 o nei primi anni 1950 dai attacchi aerei francesi. La stragrande maggioranza del popolo Viet ha fuggito per la loro vita e la ex-cittadina ha inserito ad un sonno prolungato.

storia-sapa
Trekking a Sapa

Nei primi anni 1960, grazie allo schermo di migrazione della nuova zona economica, i nuovi abitanti delle pianure hanno iniziato a migrare verso la regione.
La corta occupazione nel 1979 della regione confinale settentrionale dalle truppe cinesi hanno avuto poco impatto sulla città di Sa Pa, ma non hanno forzato il popolo Kinh di uscire per un mese.
Nel 1993, l’ultimo ostacolo per la rinascità completa di Sa Pa come una destinazione turistica di primo piano è stato revocato perché la decisione è stata fatta per aprire completamente la porta al turismo internazionale. Sa Pa è tornata sul sentiero turistico di nuovo, questa volta per una emergente folla di turisti elitari locali, così come i turisti internazionali.
Sapa è ora in pieno boom economico, soprattutto dalle migliaia di turisti che vengono ogni anno a percorrere le centinaia di chilometri di percorsi di trekking intorno ai villaggi di Dao, di Ta Van e di Ta Phin.
Nel 2006, il Presidente del Comitato Popolare della provincia di Sapa è stato eletto il Comitato Centrale del Partito Comunista come il membro più giovane mai (è nato nel 1973).

storia-sapa

I colori del mercato di Bac Ha

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *