Un viaggio da sogno ad Ha Giang

Sto settembre 2017, io e due amici italiani che vengono da Forlì, abbiamo viaggiato nelle tre province settentrionali del Vietnam: Ha Giang, Cao Bang e Bac Kan. Grazie a questo viaggio, ho l’occasione di scoprire un’altro angolo del mio paese, un angolo lontanissimo ma bellissimo dove non molti vietnamiti visitano. È anche il mio opportunità di viaggiare con due amici stretti da Italia: Anna e Vidmer, insieme alla nostra guida Giovanna e all’autista Vuong. Sono stati 7 giorni felicissimi di essere assieme i vagabondi in zona montuosa. Allora, ecco le cose che abbiamo visto e sperimentato:

Abbiamo lasciato Hanoi alle 8.30 per andare direttamente verso Ha Giang, la prima tappa situata nell’estremo nord del paese del Vietnam. Ha Giang si trova sul confine del Vietnam e la Cina, accanto alla provincia di Lao Cai (Sa Pa). Potete andare verso Ha Giang da Sapa o Bac Ha in circa 4 ore con la macchina. Nel nostro viaggio, siamo andati subito ad Ha Giang dopo 2 giorni di visita ad Hanoi. Dopo circa 8 ore in macchina, siamo stati arrivati alla città di Ha Giang ed ho dedicato un’ora per visitare il villaggio del popolo Tay si chiama villaggio di chiamandosi “Lam Dong”. Ha Giang è la casa di 22 gruppi etnici, tra cui il popolo Tay. Il Tay abita in casa su palafitta fatta da legno con il tetto di erba secca. Loro vivono spesso tra le risaie e coltivano ortaggi in giardino ed allevano mucche nell’interno di casa/ internamente di casa. A quel punto, le risaie del villaggio sono gialle e pronte per la raccolta. Non sapete quanto gelosi siamo noi del popolo di questo villaggio dato che vivono una vita veramente da favola nelle case carine aspirando l’atmosfera freschissima tra la natura incontaminata.

 

un-viaggio-da-sogno-ad-ha-giang

 

Di sera, ci riposiamo in hotel e Vidmer ha provato la pupa del baco da seta per la cena.

Nel secondo giorno, abbiamo salutato la città di Ha Giang continuendo il viaggio con l’altopiano di Dong Van. Quest’altopiano è un parco geografico di roccie calcaree, un genere di terreno molto popolare in Vietnam. Potete trovarlo anche in Baia di Halong, a Ninh Binh o al lago di Ba Be. Però a Dong Van, il terreno calcareo si trova sull’altezza di 1.600m così potreste ammirare i paesaggi molto più maestosi, grandiosi e splendidi. Non solo così, a Dong Van avrete l’occasione di scoprire la vita molto severa e diversa del popolo Hmong, i padroni dell’altopiano. Al primo giorno la strada era ancora molto buona e liscia. In contrario, nel tragitto a Dong Van, la strada si trova a mezzo del monte e diventa più inclinata e piccola. Le risaie di riso e boscolo sostituiscono con i monti calcarei grigi, secchi e severi.

 

un-viaggio-da-sogno-ad-ha-giang

 

Dopo 2 ore di transferimento, abbiamo raggiunto i monti gemelli di Quan Ba. Questi sono molto famosi grazie alla sua forma speciale: un monte in forma di seni, mamma mia. È anche un posto preferito dei fotografi.

 

un-viaggio-da-sogno-ad-ha-giang

 

Continuando a scoprire Dong Van, siamo arrivati la cittadina di Pho Bang, una cittadina piccolissima situata molto vicina alla Cina. Dall’altro lato di un monte, è il confine con la Cina. Pho Bang è una cittadina molto speciale considerata la casa comune di due gruppi etnici: Hmong Bianco e Cinese che convivono in armonia. Abitano nella casa tipica si chiama Trinh Tuong fatta da terra, bambù e legno. Sotto il sole d’autunno, le loro case ha un colore marrone e molto fantastico. Alla parte esterna di casa, la decorano con le lanterne, alcuni frasi cinesi e perfino mais! Se entrate nella casa, potete vedere le donne che lavorano con incombe.

 

un-viaggio-da-sogno-ad-ha-giang

 

La nostra visita è stata interotta un po’ con una pioggerella. Però succedeva solo qualche minuto. In seguito, abbiamo visitato un villaggio Hmong in cui c’è la casa della signorina Pao. È una casa tipica di una ricca famiglia Hmong che fatta da legno in cui c’è ancora qualche famiglia Hmong che sta vivendo. Potete vedere la stalla di capra, asino ed perfino maiale di loro. Questa casa è molto famosa grazie ad un film vietnamita chiamandosi “La storia della Pao” (Chuyen cua Pao). Il film è stato registrato sulla base della vita di popolo Hmong Bianco ad Ha Giang, in cui ci sono molte scene bellissime dell’altopiano calcareo. La casa della signorina Pao è un luogo molto famoso per viaggiatori vietnamiti andando lì per fare le foto, specialmente nei mesi di gennaio, febbraio con il colore meraviglioso dei fiori di pesco.

 

un-viaggio-da-sogno-ad-ha-giang

 

Dopo la casa della Pao, siamo andati ad un’altra casa Hmong molto più famosa e grande, oppure, più esattamente, è un palazzo in architettura combinata raffinatamente da quella Hmong, francese e cinese. Palazzo del Re Vuong Chi Sinh è cosidetto il palazzo più bello nella montagna al Nord ed è un complesso di villa, giardino e casa privata molto grande. È stato costruito dalla famiglia del Re Vuong, il padrone della zona Hmong ad Ha Giang. Era molto ricca grazie al loro business di papaveri. Adesso nessuno vive qui quindi è stato diventato un museo nazionale. In questo palazzo, ammirando la dimensione e lo stile di questo palazzo potete pensare ad un castelino in Europa. La casa è stata disegnata allo stile Hmong con materiali ed attrezzature francese, poi tutto è stato creato in armonia di fengshui cinese. Il popolo Hmong dovrebbe essere veramente molto fiero di questa casa.

 

un-viaggio-da-sogno-ad-ha-giang

 

Finalmente, abbiamo raggiunto l’altopiano di Dong Van alle 6. La temperatura era circa 20 gradi di sera. L’aria era molto fresca e secca come quella a Sapa. Dopo aver riposatoci un po’ a hotel, abbiamo avuto la cena in un ristorante locale. Di sera, abbiamo fatto un bel giro nella cittadina antica di Dong Van che in passato era il capoluogo della provincia di Ha Giang. Non è splendida come Hoi An o vivace come Quartiere Vecchio di Hanoi, la cittadina antica di Dong Van si trova tra i monti calcarei affilati e altissimi. Era un centro commerciale tra Vietnam e Cina in secolo XX. La cittadina è stata costruita dai Hmong, Cinesi e Tay in un stile unico. Ogni domenica, si svolge un mercato etnico qui ed è un luogo preferito dei viaggiatori stranieri. Potete ancora visitare una fila di case antiche di cento anni. Tuttavia, l’economia di Dong Van non è ancora sviluppata, cosi` le case antiche non sono conservate bene ad Hoi An. Molte case da terra e legno sono state distrutte col tempo dalla gente.

 

un-viaggio-da-sogno-ad-ha-giang

La mattina della terza giornata, abbiamo fatto la colazione con riso glutinoso di 5 colori e il Pho- gli spaghetti di riso a Dong Van. Tutti due piatti sono buonissimi! Abbiamo fatto pure una breve passeggiata con qualche casa antica scattando tantissime foto. Mi sembra che abbiamo vissuto in un film vecchio negli anni 40. Alle 10, abbiamo salutato Dong Van per andare a Cao Bang pero` il nostro cuore rimane per sempre qui.

 

un-viaggio-da-sogno-ad-ha-giang

 

Ha Giang è una tappa bellissima e molto autentica. Non è turistica come Sapa o Bac Ha. Se volete dedicare pìu tempo al Nord del Vietnam oppure viaggiate la seconda volta in Vietnam, non esitate a farvi avere delle esperienze particolari in questa provincia.

Minh Sunday

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *