Viaggio ad Hanoi: Pagoda su una collona

Hanoi è famosa per la combinazione di architettura tra antica e moderna, dalle strade strette ai monumenti storici tutti hanno una caratteristica distintiva, sono l’anima di Hanoi. Ma forse l’anima “più speciale” nel cuore di Hanoi è la pagoda che trasporta l’architettura unica del paese – Pagoda su una colonna. Questo posto sarà la destinazione per scoprire oggi.

È una storica pagoda buddista ad Hanoi, la capitale del Vietnam, è considerato come uno delle due pagode più iconiche del Vietnam.

La Storia

La pagoda fu costruito dall’imperatore Lý Thái Tông, che regnò dal 1028 al 1054. Secondo i resoconti della corte, Lý Thái Tông restava e sognò di incontrare Budha, che gli consegnò un figlio piccolo seduto su un fiore di loto. Lý Thái Tông sposò una ragazza contadina che aveva incontrato e che gli partorì un figlio. L’imperatore costruì la pagoda in segno di gratitudine per questo nel 1049, essendo stato detto da un monaco di nome Thiền Tuệ di costruire la pagoda, erigendo un pilastro nel mezzo di uno stagno di loto, simile a quello che vide nel sogno.


Imperatore Lý Thái Tông, che regnò dal 1028 al 1054.

La pagoda era situato in quello che allora era il giardino Tây Cấm nel distretto di Thạch Bảo, Vĩnh Thuận nella capitale Thăng Long (ora noto come Hanoi). Prima che la pagoda fosse aperta, si pregavano per la longevità del monarca. Durante l’era della dinastia Lý, La pagoda era il luogo di una cerimonia reale annuale in occasione di Vesak, il compleanno di Gautama Buddha. Una cerimonia di balneazione del Buddha fu tenuta ogni anno dal monarca, e attirò monaci e laici allo stesso modo della cerimonia. Il monarca avrebbe quindi liberato un uccello, seguito dal popolo.

La pagoda fu rinnovato nel 1105 dall’imperatore Lý Nhân Tông e fu installata una campana nel 1109. Tuttavia, la campana, considerata una delle quattro principali opere capitali del Vietnam, era troppo grande e pesante, e non può essere installato. Dal momento che non poteva essere suonato, era lasciato a terra, fu spostato nelle campagne e depositato alla pagoda di Nhất Trụ.


La pagoda di Nhất Trụ

Questa terra era ampiamente abitata da tartarughe, quindi la campana divenne nota come Quy Điền chung, che significa La campana di Tartarughe Terreni agricoli. All’inizio del XV secolo, il Vietnam fu invaso e occupato dalla dinastia Ming. Nel 1426, il futuro imperatore Lê Lợi attaccò e disperse le forze cinesi, e mentre i Ming erano in ritirata e privi di armi, il loro comandante generale ordinò che la campana fosse fusa, così che il rame potesse essere usato per fabbricare armi.

La pagoda nel 1896

Col passare del tempo, la pagoda cedette a molte devastazioni causate dalle potenze coloniali. Nel 1954, le forze dell’Unione francesi distrussero la pagoda prima di ritirarsi dal Vietnam dopo la Prima guerra in Indocina, e fu ricostruita in seguito.

Quello che vedi oggi della pagoda è una nuova forma recuperata nel 1955 quando fu ristrutturata con un pilastro concreto dai suoi resti dal governo vietnamita. La struttura odierna può essere chiamata semplicemente la replica della pagoda originale, che era un grande edificio. La gente del posto crede che se pregate qui, invocherà benessere e prosperità.

Architettura

La pagoda è costruito in legno su un unico pilastro di pietra di 1,25 m di diametro e 4 m di altezza, ed è progettato per assomigliare a un fiore di loto, che è un simbolo buddista di purezza, poiché un loto sboccia in uno stagno fangoso. La struttura a pagoda mostra anche l’armoniosa combinazione di fantasia e architettura unica con un sistema di travi in ​​legno che creano la solidità e la bellezza della pagoda.

Con i suoi valori architettonici e storici, la Pagoda a un solo pilastro è stata classificata come reliquia storica il 28 aprile 1962. Il 4 maggio 2006 è stata registrata nel libro del Guinness vietnamita come la pagoda con la più unica architettura del Vietnam.

Al giorno d’oggi, un pilastro pogoda è diventato uno dei complessi architettonici più speciali di Hanoi, attirando un gran numero di turisti nazionali e stranieri. La pagoda è aperta tutti i giorni dalle 8:00 alle 17:00. L’ingresso è gratuito

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *